Loquendum

E se Facebook, con il suo enorme potere di controllo su buona parte dell’umanità finisse in mani criminali? Il romanzo prende avvio proprio da questo scenario. Nel 2025 un gruppo criminale, grazie ad una mirabolante scalata in borsa, prende il controllo di Facebook, rinominato New-facebook, esautora Mark Zuckerberg e sostituisce dirigenti ed impiegati.
Il social network ha ormai raggiunto livelli di controllo e condizionamento della società inimmaginabili, minando seriamente la libertà di espressione degli utenti, se non addirittura quella di pensiero. È per questo che un gruppo di ricercatori e di studenti, (sulla scia di quanto già fatto dal movimento open source negli anni ’90), dislocato in tutto il mondo, nel più totale anonimato cercherà di dare vita ad un nuovo sistema, non solo più libertario, ma – soprattutto – organizzato su regole che possano veramente rispettare il pensiero dell’uomo nella sua integrità.
Riusciranno nel loro intento, realizzando lo sviluppo completo di Loquendum, superando la devastante caccia all’uomo messa in atto dall’organizzazione criminale?
Un thriller attualissimo capace di tenere con il fiato sospeso il lettore fino all’ultima pagina, appassionadolo ad una tematica fin troppo reale e dai contorni ancora tutti da chiarire.

 

Ascolta l’incipit del romanzo